Archivi autore: Cesano Maderno 5 Stelle

#5giornia5stelle: puntata del 6 Dicembre 2013

Il Porcellum è stato arrostito. La Corte Costituzionale ha messo la parola fine su quello che Beppe Grillo e il Movimento 5 Stelle sostengono da anni. Una legge elettorale senza la scelta dei candidati da parte dei cittadini e con un premio di maggioranza così congegnato è illegittima. Ora basta con le ipocrisie. Si torni alla legge elettorale precedente e #tuttiacasa. Lo si faccia per evitare che un Parlamento politicamente deligittimato, continui a produrre leggi vergogna e spartizioni selvagge da parte dei partiti.

Da oggi #5giornia5stelle è disponibile anche in versione pdf da stampare per banchetti e incontri. Scaricate il file cliccando → QUI

M5S Regione Lombardia: approvata la dismissione degli inceneritori

COMUNICATO STAMPA

Oggi il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato definitivamente una risoluzione – nata per iniziativa del MoVimento 5 Stelle – che prevede la dismissione di parte del parco inceneritori lombardo, stante il forte squilibrio previsto nel prossimo futuro tra la capacità di incenerimento presente nella nostra regione e la produzione lombarda di rifiuti urbani residui. Le sollecitazioni del Movimento per un piano di dismissione degli impianti hanno convinto le forze politiche e la risoluzione che ne è scaturita, dopo un lungo lavoro di mediazione, è stata approvata all’unanimità dal Consiglio. Continua a leggere

La settimana del M5S in Regione Lombardia – 22/29 Novembre

Il Movimento 5 Stelle nell’ottica di ottenere totale trasparenza sui lavori del Consiglio e sul voto dei consiglieri regionali ha incominciato, con l’ultima seduta del Consiglio, a chiedere il voto nominale palese elettronico a ogni votazione. Il gruppo chiederà il voto palese su ogni atto in discussione fino all’ottenimento di una modifica del regolamento che disponga la votazione palese su ogni provvedimento. Per il Movimento 5 Stelle Lombardia la trasparenza sul voto di ogni consigliere in aula e di ogni partito è un primo passo verso la totale trasparenza dei lavori del Consiglio. E chiarirà anche quanto, come e perché le larghe intese siano ormai una realtà anche in Lombardia. Continua a leggere