Cesano Maderno 5 Stelle

Il blog di Cesano Maderno 5 Stelle

Cesano Maderno 5 Stelle - Il blog di Cesano Maderno 5 Stelle

#Paleopolitica: Consiglio Comunale alle 10 del mattino? Senza partecipazione non può esserci trasparenza!

Il MoVimento 5 Stelle di Cesano Maderno esprime il suo totale disappunto in merito alla convocazione del prossimo Consiglio Comunale il giorno 26 Aprile alle ore 10:00.

L’orario mattutino a nostro avviso complica enormemente la partecipazione della cittadinanza ad un Consiglio che tratterà tematiche importanti e durante il quale saranno prese decisioni rilevanti per il futuro di Cesano Maderno. Se è vero che libertà è partecipazione vediamo lesa una libertà fondamentale del cittadino e riteniamo questa scelta in controtendenza rispetto alla tanto decantata trasparenza di questa Amministrazione.

Ci sentiamo, comunque, di appellarci alla cittadinanza affinché ci possa essere, nonostante l’orario infelice, una massiccia presenza in aula. Il gruppo del MoVimento 5 Stelle occuperà di certo i posti riservati al pubblico: come di consueto saremo lì con voi.

M5S Cesano Maderno: ecco il Portavoce Candidato Sindaco e i Candidati Consiglieri!

Cesano Maderno 5 Stelle
Da 5 anni il MoVimento 5 Stelle di Cesano Maderno è sempre presente nelle piazze della Città, con la neve o con il caldo torrido, sempre a stretto contatto con i Cittadini, per portare la loro voce nelle Istituzioni.

Ci muove la convinzione che il sistema esistente non può generare al suo interno le condizioni per il cambiamento – possono cambiare alcuni elementi interni al sistema, come possono cambiare i nomi dei partiti e dei leader, ma la sua struttura e le sue regole rimangono tali.

Il MoVimento 5 Stelle vuole mettere il Cittadino al centro delle Istituzioni.

Siamo convinti che solo Cittadini incensurati, onesti e privi di vincoli clientelari abbiano la libertà di agire, di scegliere e di rimediare a decenni di scelte politiche miopi che non hanno saputo interpretare l’evoluzione del nostro sistema economico e sociale.

L’unica alternativa che può portarci oltre il periodo di transizione e di profonda crisi che stiamo vivendo è quella fondata sulle nostre 5 stelle:

  1. ACQUA: i beni comuni devono restare nelle mani dei Cittadini, non delle banche d’affari.
  2. AMBIENTE: la salvaguardia dell’ambiente come bene unico e fondamentale a tutela delle generazioni future.
  3. CONNETTIVITÀ: Internet è strumento di innovazione e condivisione delle conoscenze, deve diventare un diritto fondamentale dell’uomo.
  4. SVILUPPO: rivoluzione economica e ripresa del benessere con fonti rinnovabili, efficienza energetica, Rifiuti Zero, agricoltura sostenibile a Km Zero, turismo, cultura, reddito di cittadinanza – nessuno deve rimanere indietro.
  5. TRASPORTI: favorire gli spostamenti di persone e cose puntando sul vettore elettrico, sulla condivisione dei mezzi e sulla mobilità ciclabile, per migliorare la qualità della vita e per tagliare i consumi di petrolio.

Il nostro gruppo di attivisti negli ultimi 5 anni ha sostenuto e portato avanti numerose battaglie riguardanti i nostri 5 pilastri.Questo gruppo, che si è consolidato nel tempo ed è cresciuto sul territorio, ha naturalmente generato il candidato Portavoce e i candidati al Consiglio Comunale: tutti volti che avete sempre visto nelle piazze cittadine, in prima linea nelle battaglie che hanno interessato la nostra comunità.

Cesano Maderno 5 Stelle
Dario Pizzarelli
, il Portavoce candidato Sindaco, è un ingegnere di 33 anni, nato a Desio e cresciuto a Cesano Maderno, che si è avvicinato alla politica attraverso le idee proposte dal MoVimento 5 Stelle.

Laureato a pieni voti in Ingegneria Edile al Politecnico di Milano nel 2008, ha approfondito i temi legati all’energia e alla sostenibilità ambientale sia con un percorso di studi (Master RIDEF – Rinnovabili, Decentramento, Efficienza Energetica) sia attraverso la professione.

Curioso ed entusiasta ha abbracciato per naturale inclinazione le battaglie legate alle energie rinnovabili, alla gestione efficiente delle risorse e alla mobilità elettrica.

Partecipando a banchetti, manifestazioni e Consigli Comunali si percepisce in modo allarmante come le strutture partitiche, alle quali negli anni abbiamo delegato in modo disinteressato la gestione delle nostre vite, siano lontane dai Cittadini. Per recuperare il tempo perso, l’Italia ha bisogno di una doppia rivoluzione: la rivoluzione culturale, dove i Cittadini si mettono al servizio delle istituzioni assicurando ricambio, onestà e coerenza, e la rivoluzione tecnologica, dove la digitalizzazione e l’automazione diventano strumenti per migliorare il benessere economico, ambientale e sociale. Io credo che i Cittadini di Cesano Maderno siano stufi dei soliti volti noti, dell’asfalto elettorale, delle sedi di partito che spuntano come primule a primavera e delle pompose autocelebrazioni di fine mandato. Il MoVimento 5 Stelle vuole portare la rivoluzione anche a Cesano Maderno, certi del fatto che gli esempi che abbiamo dato in questi anni valgono più delle parole elettorali”.

I candidati al Consiglio Comunale sono Cittadini di Cesano Maderno che hanno dedicato il loro tempo e il loro entusiasmo ad un’idea diversa di politica, fatta di partecipazione, condivisione e coerenza:

  1. Francesco Padula – 23/04/1975
  2. Raffaella Vergombello – 12/02/1969
  3. Nicola Carnovale – 11/09/1963
  4. Giulia Fumagalli – 31/03/1994
  5. Carmelo Massimiliano Ilardo – 19/05/1996
  6. Rosina Bompignano – 15/02/1963
  7. Stefano Antonio Presente – 14/09/1966
  8. Maria Luigia Bernardinello – 28/07/1968
  9. Giampiero Greco – 13/01/1977
  10. Rosa Manzone – 30/07/1969
  11. Guido Segnacasi – 18/11/1967
  12. Pietro Giuseppe Mirandola – 23/04/1973
  13. Mauro Gregis – 24/02/1979
  14. Luca Cerasi – 22/10/1986
  15. Ciro Coletta – 31/10/1948
  16. Biagio D’Alessio – 25/10/1954
  17. Maria Lombardo – 09/04/1964
  18. Giuseppe Sorbara – 08/08/1959
  19. Nadia Baratella – 26/06/1958

In una realtà dove gli esempi contano più delle parole, i nostri candidati, incensurati, mettono tempo ed esperienza al servizio delle istituzioni, al minimo costo per la comunità e per un periodo limitato.

Stiamo ultimando il nostro Programma elaborato con i Cittadini e a breve lo presenteremo con un evento ufficiale.

Nei prossimi giorni apriremo il bando di selezione degli Assessori tramite raccolta dei CV, per presentare la nostra proposta di squadra di governo della Città prima delle imminenti elezioni comunali.

A riveder le stelle ☆☆☆☆☆

MoVimento 5 Stelle Cesano Maderno
Dario Pizzarelli Candidato Sindaco Portavoce M5S Cesano Maderno

Mensa scolastica: ragazzi e genitori meritano un servizio adeguato, attento, sicuro e rispettoso dell’ambiente

mensa scolastica
Il MoVimento 5 Stelle di Cesano Maderno continua da anni ad ascoltare i Cittadini ogni settimana nelle piazze della nostra Città.

Uno dei temi più discussi ai nostri banchetti è quello relativo al funzionamento del servizio mensa nelle scuole cittadine.

Alcuni genitori ci descrivono un servizio mensa in cui potrebbero essere fatti molti miglioramenti, soprattutto nella qualità delle portate. Gli stessi hanno espresso delusione per il mancato ascolto da parte di questa Amministrazione, a cui troppo spesso manca il confronto diretto con tutta la popolazione.

Noi lo abbiamo fatto.

Abbiamo ascoltato le perplessità dei cittadini che ci hanno segnalato il disagio che vivono i loro figli. Ci raccontano di portate non gradite dai ragazzi e i commenti a riguardo sono molteplici: si va dai piatti “poco conditi” alle “portate fredde”, dagli ingredienti “poco cotti” alla “scarsità di porzioni”, e tutto ciò porta a una condizione inaccettabile, ovvero si segnalano enormi avanzi di cibo”. Addirittura si evidenziano “rapporti tesi tra personale mensa e Corpo Docenti”.

I ragazzi e i loro genitori meritano un servizio mensa adeguato, attento, sicuro, che rispetti l’ambiente e che riduca al minimo possibile l’avanzo e lo spreco di cibo.

Inoltre, a febbraio 2017 questa amministrazione ha deciso di procedere con la gara d’appalto per la gestione del servizio mensa dei prossimi 6 anni per un importo complessivo di circa 10,6 milioni di Euro, tramite la Centrale Unica di Committenza provinciale.

Ci chiediamo:

1. La gestione dei servizi mensa è un aspetto importante e va affrontato secondo principi condivisi con i Cittadini, restando pienamente consapevoli dell’impatto del servizio sulla salute umana di breve, medio e lungo periodo, sull’educazione alimentare degli utenti attuali e futuri, sullo sviluppo delle capacità cognitive dei bambini e sull’impatto ambientale (si tenga conto che il carbon footprint della catena dell’agroalimentare è superiore a quello del settore dei trasporti).

È opportuno che un’Amministrazione in scadenza di mandato prenda decisioni politiche, senza aver interpellato i Cittadini, per le quali non sarà responsabile?

2. Con le modalità e le tempistiche che l’Amministrazione ha deciso di portare avanti e con la scelta di utilizzare il servizio mensa come fonte di reddito per il Comune (incassando per ogni pasto preparato prima 23 centesimi, poi 33 centesimi ed ora 38 centesimi).

Si potrà davvero far crescere anche la qualità del cibo servito ai nostri bambini?

3. Visti i verbali della Commissione Mensa del 2016, sembra che il problema del cibo dipenda anche da carenze strutturali degli spazi a disposizione.

In questi cinque anni l’Amministrazione non ha mai affrontato questo problema?

Riteniamo che serva un lavoro collaborativo tra i vari soggetti che si occupano del funzionamento del servizio mensa, coordinato dai tecnici comunali e che tenga conto delle recensioni e dei feedback dei Cittadini in un’ottica di miglioramento continuo e continuativo.

Il MoVimento 5 Stelle farà valere sempre la voce dei nostri concittadini finché non riceveranno ascolto da parte di questa Amministrazione.

Maquillage elettorale tra “promesse mantenute(?)” e occasioni perdute

energia
Con il comunicato stampa N.29 apparso il 13 Marzo 2017 sul sito del Comune apprendiamo ​che “questa settimana inizieranno i lavori di manutenzione straordinaria della scuola primaria Minotti di Cassina Savina per un importo complessivo di € 140.000“.

Si dice nel dettaglio che saranno rifatti parte degli intonaci e sarà tinteggiata la facciata che dà su piazza Formenti e su via San Bernardo oltre che alcune migliorie interne.

Ancora una volta non sentiamo parlare di riqualificazione degli impianti, di fonti rinnovabili, di isolamento termico, in una parola non sentiamo parlare di efficientamento.

Ci sentiamo di parlare di occasione perduta perché se solo ci fosse la volontà politica di intervenire in tal senso le opportunità non mancherebbero di sicuro e, udite udite, anche a costo quasi zero per le amministrazioni comunali, ad esempio tramite la stipula di un contratto di rendimento energetico con società di servizi energetici, le cosiddette ESCo (gli approfondimenti → QUI)

L’importanza di intervenire efficientando sulle strutture di proprietà è tema sempre più sentito a livello nazionale: moltissime amministrazioni italiane infatti hanno aderito al “Patto dei sindaci”, presentato come il più vasto progetto su clima ed energia al mondo e che conta 7192 amministrazioni firmatarie a livello europeo (gli approfondimenti → QUI e QUI).

Tutto questo però rimarrà un puro volo di fantasia per chi alla visione continuerà a preferire la visuale.

Noi quella visione la abbiamo. Stay Tuned.