" />

Cesano Maderno 5 Stelle

Il blog di Cesano Maderno 5 Stelle

Cesano Maderno 5 Stelle - Il blog di Cesano Maderno 5 Stelle

La Settimana del M5S in Regione Lombardia – 15//22 Novembre

Il caso Berlusconi è stato portato nell’aula del Consiglio regionale da Mario Mantovani, Assessore alla Salute, che annunciava la nascita del vecchio gruppo di Forza Italia, finendo per fare una disgustosa apologia del pregiudicato in attesa di decadenza. Anche il capogruppo ex-PdL Mauro Parolini del “Nuovo centro destra” ha attestato manifestazioni di sincero affetto per il condannato.

I portavoce del Movimento 5 Stelle sono usciti dall’aula, è intollerabile infatti ascoltare in un’aula istituzionale una apologia di Berlusconi e hanno dichiarato: “è  vergognoso che si utilizzi un’aula che ha la responsabilità di legiferare per Regione Lombardia per far partire una campagna elettorale pro Berlusconi, siamo stufi di sentir parlare di un pregiudicato che ha messo la propria persona davanti alle emergenze di un paese disastrato grazie a un malgoverno di cui ha la responsabilità”.
Quanto a Expo il Movimento 5 Stelle ha denunciato gli stipendi disinvolti, gli sforamenti di budget e il bilancio troppo caro della manifestazione con un presidio, a Milano, di fronte ad una Triennale blindata per l’annunciato arrivo di Enrico Letta a promozione della manifestazione.

Per Movimento 5 Stelle è l’ennesimo atto della farsa Expo. Al presidio c’erano anche i cittadini del comitato per l’interramento della Rho-Monza. Ad attenderli uno schieramento di forze dell’ordine in assetto antisommossa dieci volte superiore rispetto al numero di manifestanti. E che dire poi di quei soli 200 mila euro per la lotta alla criminalità organizzata stanziati a bilancio da Regione Lombardia per quest’anno? Vecchia politica, ancora vecchia politica, ma non per sempre…

Consiglio regionale

Festa della Lombardia. Il Movimento 5 Stelle ha votato a favore dell’approvazione della Festa della Lombardia per il 29 maggio, anniversario della battaglia di Legnano. Si tratta di un semplice adempimento che ci chiedeva lo Statuto regionale che non impegna risorse finanziarie. Altre regioni hanno momenti identitari e la battaglia di Legnano ben rappresenta un gruppo di comuni che si uniscono per difendere i cittadini: un monito per i politici che si dimenticano costantemente dei bisogni delle persone. Importa poco se un partito politico come la Lega Nord pensa di essersi appropriato della storia condivisa da tutto un popolo. Quella data non è della Lega ma di tutti gli italiani.

Borse di studio di Regione Lombardia.  M5S Lombardia ha votato a favore del progetto di legge che istituisce borse di studio presso le strutture del Consiglio regionale per neolaureati e laureandi. Il provvedimento istituisce borse di studio a favore di giovani laureandi o neo laureati e quindi mette al centro dell’attenzione i giovani e propone opportunità. Consideriamo  la borsa di studio uno strumento utile per incentivare la ricerca e l’approfondimento e per andare incontro alle problematiche di ricerca di lavoro che vivono i giovani oggi.

Diritti dei bambini. Movimento 5 Stelle ha votato a favore della mozione urgente per la “Salvaguardia dei diritti dei bambini” chiedendo più coerenza ai partiti quando affrontano il tema.

Commissioni regionali
Commissione trasporti e infrastrutture. Nuovi Treni? L’Assessore non risponde,  a una interrogazione in Commissione di Movimento 5 Stelle, sulle tratte di destinazione di 62 nuove carrozze promesse dal presidente Roberto Maroni il 15 ottobre scorso. Francamente non è comprensibile come, a fronte di un investimento di oltre 500 milioni di euro per l’acquisto di nuovi convogli, chi governa la Regione non abbia ancora previsto chiaramente dove e come utilizzare questi convogli. La pianificazione doveva essere fatta a monte.

Il Movimento 5 stelle ha poi sollecitato la convocazione della Commissione per la settimana prossima per discutere della Proposta di Risoluzione in merito all’autostrada Pedemontana e della Proposta di Legge in merito alla modifica della Legge Regionale n. 15/2008.  Le due proposte, da settimane, attendono di essere valutate.

Commissione sanità e politiche sociali. Si sarebbe dovuta tenere una audizione dei sindacati confederali Cgil, Cisl e UIL all’interno del gruppo di lavoro istituito presso la Commissione Sanità sul progetto di legge sull’erogazione del microcredito alle famiglie in difficoltà economica. La seduta è andata deserta, eccetto che per la presenza della Consigliera regionale M5S Iolanda Nanni e del Consigliere Saggese della lista Maroni Presidente. L’assenza dei politici dimostra una totale mancanza di volontà a lavorare seriamente al progetto di legge usato dalla casta solo come slogan per ottenere titoloni sui giornali.

La Commissione sanità si è poi riunita per la discussione sul bilancio di previsione 2014 – 2016 sul quale Movimento 5 Stelle ha sollevato numerose obiezioni e richieste di chiarimenti. Assente l’Assessore Mantovani, il direttore generale Walter Bergamaschi non è stato in grado di rispondere. Per il Movimento 5 Stelle è un fatto gravissimo: un direttore generale sanità non è stato in grado di spiegare cifre, somme e numeri a un bilancio fatto dai suoi uffici. La discussione è rimandata a mercoledì 27 novembre.

Alla conclusione della seduta poi, il Presidente Rizzi ha comunicato al Movimento 5 Stelle l’impossibilità di abbinamento dei pdl 90 (presentato dalla giunta) con il pdl 113 (presentato dal M5S) perché temi non attinenti. Peccato che entrambi i progetti di legge riguardino le nomine dei dirigenti generali della sanità! Quello del Movimento 5 Stelle chiede per le nuove assunzioni merito e trasparenza, vieta l’assunzione di doppi incarichi, sopprime la soggettività delle nomine politiche e introduce la richiesta ai candidati di documentazione che attesti che siano stati condannati, anche non in via definitiva, per delitti contro la pubblica amministrazione.

Commissione speciale antimafia. I fondi per la lotta alle mafie messi a bilancio sarebbero 600 mila euro all’anno fino al 2016. Sono briciole se si pensa alla vastità del fenomeno dell’infiltrazione mafiosa in Lombardia. M5S ha scoperto in commissione che in realtà i fondi realmente stanziati sono solo 200 mila.

Commissione ambiente. E’ approdato in Commissione Ambiente il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti e si va verso una enorme sovra-capacità di incenerimento nella nostra Regione. Che fare? Cominciamo a importare rifiuti da tutto il Paese oppure troviamo il modo di chiuderne un po’? Video gli interventi di Gianmarco Corbetta, Andrea Fiasconaro e Giampietro Maccabiani in Commissione.

Interrogazioni, interpellanze e risoluzioni
Bonifica del sito Industriale Ex-Gianetti. Sono fermi, ormai dal 2009, i lavori di bonifica dell’area industriale Ex-Gianetti contaminata da amianto. I residenti della zona, nonostante le proteste, non hanno ottenuto risposte. Movimento 5 Stelle chiede, con una interrogazione alla Giunta Maroni, di sollecitare l’intervento di ASL e ARPA  per garantire la sicurezza dei cittadini e spiegazioni sul perché i proprietari della ex fabbrica non abbiano ancora provveduto alla messa in sicurezza degli edifici.

Ufficio di Presidenza
Nella seduta Ufficio di Presidenza del 18 novembre è stata proposta l’approvazione  del Bilancio di previsione per il funzionamento del Consiglio regionale per l’esercizio finanziario 2014 e del bilancio pluriennale 2014 – 2015 – 2016. Ed effettuate le dovute somme e sottrazioni la differenza di spesa tra il 2013 e il 2014 è di circa 2 milioni di euro di risparmio.

Se nel 2013 sono serviti 64 milioni e 400 mila euro per far funzionare il Consiglio Regionale, nel 2014 ne serviranno 62 milioni 400 mila. E’ una microscopica cura dimagrante che sembrerebbe venire sostanzialmente dalla riduzione dei costi della politica. Ma è un’ipotesi difficile da verificare perché la suddivisione delle spese sostenute direttamente per i consiglieri è cambiata nel 2013, molti capitoli di spesa risultano azzerati o ridotti e sono stati accorpati. Solo con il bilancio consuntivo 2013, che sarà discusso a giugno 2014, si potranno effettuare verifiche sulle spese effettivamente sostenute. Tutto il gruppo M5S sta lavorando al bilancio che sarà votato in aula il 17 dicembre prossimo. Per l’occasione saremo in grado di ottenere più chiarimenti sulle zone grigie che emergono in alcune voci di bilancio come l’azzeramento delle spese per trasmissioni radiotelevisive, che abbiamo più volte contestato e che ora stranamente sembrerebbero scomparse, l’aumento delle voci di spesa relative alla gestione/manutenzione della sede e  alcune voci sul personale che non ci convincono.

Eugenio Casalino, segretario della presidenza del Consiglio di M5S, ha poi denunciato le dimensioni elefantiache della Struttura stampa del Consiglio Regionale, uno strumento a servizio della Consiglio regionale usato purtroppo dai partiti, di Maggioranza, per fare propaganda.

Category: News

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*