Cesano Maderno 5 Stelle

Il blog di Cesano Maderno 5 Stelle

Cesano Maderno 5 Stelle - Il blog di Cesano Maderno 5 Stelle

La settimana del M5S in Regione Lombardia – 4/11 Ottobre 2013

Dopo l’annuncio di nuovi treni regionali del presidente Maroni, un investimento importante anche se non è ancora chiaro quali tratte percorreranno e se accumuleranno ritardi infiniti come quelli di oggi, e un consiglio regionale che ha approvato una legge di contrasto al gioco d’azzardo, la settimana è stata molto movimentata sul piano della legalità. Anzi dell’illegalità.

L’ex sindaco di Buccinasco Loris Cereda (PdL) è stato condannato a 4 anni e 3 mesi di reclusione dal Tribunale di Milano nell’ambito di un’inchiesta su un giro di tangenti legate ad appalti per la nettezza urbana e per il cambio di destinazione d’uso di alcune aree della cittadina. Ancora, il Comune di Sedriano è stato sciolto per mafia. È il primo in Lombardia ed è la punta dell’iceberg di un fenomeno, quello delle infiltrazioni mafiose, diffuso a tutti i livelli.

Non abbiamo mancato di ribadire il nostro punto di vista:  il sistema politico-economico lombardo era, ed è, fortemente inchinato con reverenza e complicità alle organizzazioni mafiose. Finché la politica non sarà in grado di mettere in campo atti concreti di contrasto, e non solo dichiarazioni da campagna elettorale, la situazione non cambierà. Per parte nostra presenteremo un testo unico antimafia.

Continuano poi le difficoltà nel PdL che si presenta sempre più diviso. A pagare sono sempre i cittadini: il tavolo di lavoro di riforma di Aler è stato sospeso e la casta, invece di trovare risposte coerenti e rapide ai problemi che ha creato (Aler ha un buco di bilancio di milioni di euro), temporeggia.

Consiglio regionale

Sì alla legge per contrastare l’azzardo patologico. Il gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Lombardia, nel Consiglio regionale del 15 ottobre scorso, ha sostenuto, con il voto favorevole, la proposta di legge contro il gioco d’azzardo patologico discussa e approvata dal Consiglio regionale. Il Movimento 5 Stelle sta portando avanti a tutti i livelli la battaglia contro lo Stato, i politici amici e le lobby che fanno enormi profitti sulle vittime del gioco d’azzardo, soggetti deboli e non tutelati da regole chiare. Per M5S l’approvazione è un primo passo, in ambito locale, al contrasto alle ludopatie. Da questo punto di vista il voto non poteva che essere favorevole anche se è chiaro l’atteggiamento ambivalente delle forze politiche presenti in consiglio che a Roma governano difendendo le lobby del gioco d’azzardo.

Video. L’intervento, in consiglio regionale, dei portavoce  Stefano Buffagni e Paola Macchi.

Stop a decisioni sul Piano Cave di Bergamo. Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle è uscito dall’aula per impedire al Consiglio regionale di prendere decisioni avventate in merito al Piano Cave di Bergamo che è stato annullato da una sentenza del TAR del 2012 e che non è stato sottoposto a valutazione ambientale strategica come previsto dalle direttive europee. Non è infatti corretto assumere decisioni sulle cave di Bergamo quando il piano cave non esiste. Dopo una prima verifica del numero legale andata a vuoto la Maggioranza si è presa comunque l’onere un atto impugabile. Quella delle cave di Bergamo è ormai una farsa: per parte nostra abbiamo chiesto di prendere le decisioni sul nuovo piano cave con la valutazione ambientale strategica

Video. L’intervento, in consiglio regionale, del portavoce Giampietro Maccabiani.

Commissioni regionali

Commissione Ambiente. La Commissione regionale Ambiente ha discusso, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente Claudia Terzi, della Direzione Generale Ambiente (dott. Gurrieri) e di ARPA Lombardia (dott.ssa Silvia Bellinzona) di qualità dell’aria in Lombardia, proprio quando sono stati diffusi i dati del rapporto dell’Agenzia europea per l’ambiente (EEA, dall’inglese European Environment Agency), che da alla Lombardia il primato di regione con l’aria più inquinata da polveri sottili del continente. Per il Movimento 5 Stelle, che è intervenuto nel corso della commissione, il problema dell’inquinamento dipende massicciamente dal traffico e il miglioramento della qualità dell’aria passa da un minor utilizzo della combustione in generale e dal miglioramento dei processi industriali. E’ ora poi di concentrarsi anche sulle emissioni degli impianti a biogas.

Commissione Attività Produttive e Occupazione.  La commissione si è riunita per discutere la riforma del piano del commercio regionale. La Maggioranza si è presentata divisa e senza un progetto di legge a tutela del piccolo commercio e per un serio, e doveroso, riequilibrio del settore. La Commissione ha discusso solo delle linee di indirizzo, che Movimento 5 Stelle ha giudicato troppo vaghe. La piccola distribuzione opera in assenza di regole certe e con idee chiare di sviluppo sostenibile. M5S ha ribadito che la Lombardia deve promuovere senza indugi la strada del commercio al dettaglio.

Commissione Antimafia. La Commissione ha ascoltato Maurizio del Tenno, l’Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità che ha presentato il protocollo di contrasto alle infiltrazioni mafiose negli appalti. Movimento 5 Stelle è intervenuto per ribadire che il protocollo non è sufficiente. La politica lombarda ha il dovere di alzare le barriere per tutelare le aziende sane. La soluzione dei problemi non può essere delegata a giudici, ai funzionari di ILspa e ai loro database e alle forze dell’ordine.

Commissione Cultura e Istruzione. Sono stati ascoltati alcuni rappresentanti dell’Associazione italiana genitori (AGE). L’associazione ha presentato il sistema attualmente vigente di verticalizzazione degli istituti scolastici e del numero di alunni minimi previsti in Lombardia, pari a quelli medi previsti in altre regioni e che gli accorpamenti sono stati fatti con una logica puramente numerica e non attenta alla realtà territoriale.

Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale

Borse di studio. Movimento 5 Stelle Lombardia ha sostenuto un progetto di legge predisposto e sottoscritto all’unanimità dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, che prevede l’istituzione di 35 borse di studio annuali, destinate ai giovani neolaureati che hanno discusso una tesi di laurea su tematiche istituzionali riguardanti l’ente Regione o su un argomento relativo alla realtà lombarda.

Interrogazioni, interpellanze, risoluzioni e accesso agli atti

Amianto area ex Demalena a Trezzano (Mi). Il Movimento 5 Stelle Lombardia ha depositato una interrogazione sull’amianto negli immobili situati nell’area ex Demalena a Trezzano, in Provincia di Milano chiedendo alla Regione di intervenire tempestivamente sollecitando ASL e di sollecitare la proprietà dell’area alla messa in sicurezza degli edifici.

Rilancio del complesso monumentale Certosa di Pavia. Il Movimento 5 Stelle Lombardia ha depositato una interrogazione a Maroni  per conoscere le modalità con le quali si intende implementare la valorizzazione della Certosa ed il suo inserimento in un più ampio circuito culturale e turistico afferente ad esempio ai monumenti viscontei ed alla vocazione agricola del territorio pavese.

Disagi sui treni lombardi. Il Movimento 5 Stelle Lombardia ha presentato una interrogazione, dopo l’annuncio di nuove carrozze per le ferrovie lombarde della Giunta Maroni, per sapere come la regione intende risolvere i disagi quotidiani che vivono gli utenti. In particolare M5S chiede se Regione Lombardia ha un piano logistico per usare nel modo più efficace i nuovi convogli.

Zaini scolastici troppo pesanti. Il Movimento 5 Stelle ha presentato una richiesta di accesso agli atti per conoscere dati riguardanti il numero di casi di scoliosi e ipercifosi tra  gli studenti lombardi anche in relazione al peso degli zaini scolastici.

Ospedale unico della Martesana. Il Movimento 5 Stelle ha presentato una interrogazione con risposta in commissione per sapere quali sono le proposte che l’Assessorato pensa  di promuovere  e di realizzare sul territorio della Martesana in tema di salute e se è contemplata la realizzazione di nuove strutture come appunto l’apertura di un nuovo ospedale.

Recupero ambientale della Cava Caselli di Viadana (MN). Il Movimento 5 Stelle ha depositato una interrogazione sul tema dei danni causati dal mancato recupero ambientale della Cava Caselli di Viadana che ha cessato le attività. M5S sollecita la Regione a intervenire presso il comune per eseguire i lavori di recupero.

Fonte: Lombardia5stelle.it

Category: Rassegna Stampa

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*