" />

Cesano Maderno 5 Stelle

Il blog di Cesano Maderno 5 Stelle

Cesano Maderno 5 Stelle - Il blog di Cesano Maderno 5 Stelle

Commercio: no alla liberalizzazione selvaggia degli orari di apertura

E’ finalmente arrivata in Aula, alla Camera dei Deputati, la proposta di legge del MoVimento 5 Stelle sul contrasto alle liberalizzazioni degli orari degli esercizi commerciali volute da Monti. Con questa proposta di legge, il MoVimento 5 Stelle desidera sostenere una battaglia a favore della piccola e media impresa e dei piccoli esercizi commerciali schiacciati dai colossi della grande distribuzione, oltre che tutelare i diritti dei lavoratori e la qualità di vita.

La crisi del commercio sta falcidiando i piccoli esercizi commerciali. Negli ultimi 18 mesi hanno chiuso 101.000 negozi con la perdita di circa 300.000 posti di lavoro. Per tentare di bloccare questa emorragia, la proposta di legge del MoVimento 5 Stelle intende cancellare le liberalizzazioni degli orari di apertura, restituendo autonomia di decisione sul commercio a Regioni e ad Enti Locali.

No Liberalizzazione selvaggia orari esercenti
Le liberalizzazioni di Monti si sono rivelate fallimentari perché non hanno portato un aumento dei fatturati per le imprese, né ad una diminuzione dei prezzi a favore dei consumatori, né ad un aumento dei posti di lavoro. In definitiva non hanno creato una sana concorrenza, ma hanno solamente acuito lo scontro tra piccola e grande distribuzione con la conseguente chiusura di migliaia di piccoli negozi spingendo nella disoccupazione migliaia di persone.

Le vendite non aumentano solo perché si tengono i negozi aperti più a lungo, semplicemente gli acquisti si diluiscono in 7 giorni invece di 6. Al contempo le ore di lavoro sono aumentate e i costi per le imprese pure. I piccoli esercizi commerciali, già in crisi, non reggono questo aggravio di costi e chiudono. La grande distribuzione ne approfitta obbligando i lavoratori a turni di lavoro stressanti che, non contemplando chiusure domenicali e festive, sono impossibili da conciliare con la tutela della vita familiare.

COSA STA ACCADENDO ORA CHE LA PROPOSTA DI LEGGE E’ IN DISCUSSIONE?

La maggioranza sta facendo di tutto per bloccare questa legge, continuando così a favorire le lobby dei centri commerciali. L’intento è ora quello di chiudere velocemente la discussione generale votando due emendamenti soppressivi alla proposta del MoVimento 5 Stelle. Tra l’altro, durante i lavori di Commissione, pare sia arrivato anche il diktat di Monti che si è scomodato a telefonare a Letta per accertarsi che non fosse ritoccato il suo decreto.

Per contrastare questa azione e avere maggiore tempo di discussione, i deputati del MoVimento 5 Stelle, nella loro funzione di relatori di minoranza, hanno deciso di presentare un secondo testo che viene incontro alle osservazioni emerse durante i lavori di Commissione e ripropone parzialmente il testo base, con eliminati i passaggi che avevano sollecitato maggiori perplessità.

Le associazioni di categoria Confesercenti, Confcommercio e Confapi sono assolutamente d’accordo con la proposta di legge ma i vertici nazionali non hanno intenzione di fare pressione sulle forze politiche.

Considerata l’importanza del tema è giusto che i cittadini, in particolare i commercianti, siano a conoscenza di questa battaglia che il MoVimento 5 Stelle sta conducendo a tutela dei piccoli esercenti e dei lavoratori.

DOVE CONSULTARE LA PROPOSTA DI LEGGE

Testo della Proposta di Legge

  1. Il testo originale del M5S è consultabile cliccando qui
  2. Le modifiche del M5S a seguito del parere negativo in Commissione sono consultabili cliccando qui

Iter della Proposta di Legge
L’Iter della proposta di Legge è consultabile cliccando qui

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*