Cesano Maderno 5 Stelle

Il blog di Cesano Maderno 5 Stelle

Cesano Maderno 5 Stelle - Il blog di Cesano Maderno 5 Stelle

Mensa scolastica: ragazzi e genitori meritano un servizio adeguato, attento, sicuro e rispettoso dell’ambiente

mensa scolastica
Il MoVimento 5 Stelle di Cesano Maderno continua da anni ad ascoltare i Cittadini ogni settimana nelle piazze della nostra Città.

Uno dei temi più discussi ai nostri banchetti è quello relativo al funzionamento del servizio mensa nelle scuole cittadine.

Alcuni genitori ci descrivono un servizio mensa in cui potrebbero essere fatti molti miglioramenti, soprattutto nella qualità delle portate. Gli stessi hanno espresso delusione per il mancato ascolto da parte di questa Amministrazione, a cui troppo spesso manca il confronto diretto con tutta la popolazione.

Noi lo abbiamo fatto.

Abbiamo ascoltato le perplessità dei cittadini che ci hanno segnalato il disagio che vivono i loro figli. Ci raccontano di portate non gradite dai ragazzi e i commenti a riguardo sono molteplici: si va dai piatti “poco conditi” alle “portate fredde”, dagli ingredienti “poco cotti” alla “scarsità di porzioni”, e tutto ciò porta a una condizione inaccettabile, ovvero si segnalano enormi avanzi di cibo”. Addirittura si evidenziano “rapporti tesi tra personale mensa e Corpo Docenti”.

I ragazzi e i loro genitori meritano un servizio mensa adeguato, attento, sicuro, che rispetti l’ambiente e che riduca al minimo possibile l’avanzo e lo spreco di cibo.

Inoltre, a febbraio 2017 questa amministrazione ha deciso di procedere con la gara d’appalto per la gestione del servizio mensa dei prossimi 6 anni per un importo complessivo di circa 10,6 milioni di Euro, tramite la Centrale Unica di Committenza provinciale.

Ci chiediamo:

1. La gestione dei servizi mensa è un aspetto importante e va affrontato secondo principi condivisi con i Cittadini, restando pienamente consapevoli dell’impatto del servizio sulla salute umana di breve, medio e lungo periodo, sull’educazione alimentare degli utenti attuali e futuri, sullo sviluppo delle capacità cognitive dei bambini e sull’impatto ambientale (si tenga conto che il carbon footprint della catena dell’agroalimentare è superiore a quello del settore dei trasporti).

È opportuno che un’Amministrazione in scadenza di mandato prenda decisioni politiche, senza aver interpellato i Cittadini, per le quali non sarà responsabile?

2. Con le modalità e le tempistiche che l’Amministrazione ha deciso di portare avanti e con la scelta di utilizzare il servizio mensa come fonte di reddito per il Comune (incassando per ogni pasto preparato prima 23 centesimi, poi 33 centesimi ed ora 38 centesimi).

Si potrà davvero far crescere anche la qualità del cibo servito ai nostri bambini?

3. Visti i verbali della Commissione Mensa del 2016, sembra che il problema del cibo dipenda anche da carenze strutturali degli spazi a disposizione.

In questi cinque anni l’Amministrazione non ha mai affrontato questo problema?

Riteniamo che serva un lavoro collaborativo tra i vari soggetti che si occupano del funzionamento del servizio mensa, coordinato dai tecnici comunali e che tenga conto delle recensioni e dei feedback dei Cittadini in un’ottica di miglioramento continuo e continuativo.

Il MoVimento 5 Stelle farà valere sempre la voce dei nostri concittadini finché non riceveranno ascolto da parte di questa Amministrazione.

Cesano Maderno: cosa succede con le mense scolastiche? Le proposte M5S

Mense Scolastiche Cesano Maderno
Il MoVimento 5 Stelle di Cesano Maderno sta continuando ad ascoltare le idee e le esperienze della gente che accogliamo ai gazebo informativi ogni settimana nelle piazze della nostra città.

Facendo ciò, siamo stati avvicinati da nostri concittadini che ci hanno raccontato situazioni di disagio e che vorrebbero fossero migliorate. Uno dei temi più gettonati è stato quello relativo al funzionamento del servizio mensa nelle scuole della nostra città.

Alcuni genitori ci hanno descritto un servizio mensa in cui potrebbero essere fatti molti miglioramenti sulla qualità del cibo, sul menù offerto, e sul prezzo di ogni pasto.

Il Comune in data 25 gennaio 2017, tramite un comunicato, ha fatto sapere alla cittadinanza di aver incontrato la Commissione Mensa, i funzionari del servizio istruzione e delle figure della tecnologa alimentare e della biologa nutrizionista, la responsabile del servizio SIAN (Servizio Igiene Alimentare e Nutrizione) e i rappresentanti della società di ristorazione.

Ma il confronto con i cittadini, in questo caso i genitori e i ragazzi che usufruiscono del servizio, dov’è?

Sarebbe stato fondamentale rapportarsi direttamente con chi è meno soddisfatto. Noi lo abbiamo fatto. Abbiamo incontrato i cittadini in piazza e viste le loro precisazioni e le idee a riguardo, abbiamo prodotto delle proposte attuabili per migliorare il servizio:

  1. Riteniamo fattibile ed auspicabile, considerato proprio l’importo annuo che le famiglie affrontano, una rivisitazione sostanziale del contratto al fine di poter ridurre i costi a carico delle famiglie e migliorare la qualità del servizio sia in termini strutturali e strumentali che in termini di menù;
  2. Munire le mense scolastiche di appositi banconi per il mantenimento della temperatura ideale di ogni portata, in sostituzione dei carrelli con i quali vengono serviti i ragazzi.
  3. Istituire un tavolo di governo del servizio mensa che, oltre a tener conto del parere di genitori e figli, vigili sul servizio e che si occupi di stilare un menù che tenga conto delle esigenze alimentari dei ragazzi e dei loro gusti. A questo banco di governo riteniamo debbano partecipare i referenti del comune, i referenti della società di ristorazione, la Commissione Mensa formata dai genitori e i rappresentanti dell’ATS.
  4. Maggior chiarezza sul processo di elezione della Commissione Mensa dei genitori e possibilità che tale commissione abbia un ricambio effettivo di persone per un ricambio vero di idee e proposte.
  5. Combattere fermamente lo spreco di cibo, con la composizione di un menù che possa seguire i gusti dei ragazzi, che possa rispettare la loro salute e che rispetti l’ambiente.

Tutto ciò seguito dalla somministrazione di un servizio che risulti adeguato nel rapporto qualità-prezzo.

Reputiamo inoltre che non possa essere né solo il Comune, né la società di ristorazione da sola e neanche la commissione mensa a definire le regole di funzionamento del servizio. Serve un lavoro specifico e collaborativo tra i soggetti sopraelencati che venga coordinato dall’ufficio comunale dedito alla scuola e che tenga sempre conto dell’opinione dei cittadini.

Referendum Costituzionale: cosa accadrà all’ambiente se vince il Sì?

Tutela dell'ambiente
Sono ancora troppo poche, ahimè, le persone che si preoccupano per l’ambiente. Ma dato che è un tema a me molto caro voglio parlarne brevemente in rapporto al referendum che si andrà a votare il 4 Dicembre.

Uno degli articoli coinvolti nella “riforma” è il 117, articolo che riguarda strettamente da vicino anche l’ambiente. Le modifiche apportate a questo articolo mirano, tra le varie cose, a una preciso obiettivo: le tematiche ambientali ed energetiche diventeranno competenza esclusiva dello Stato.

Come si traduce questa modifica nella sostanza? Il territorio perderà ogni facoltà decisionale su questi temi di estrema importanza per il benessere locale, ritrovandosi a dover subire  le decisioni dall’alto. Ebbene, secondo voi, gli interessi affaristici non andranno a prevalere sulle reali necessità locali? La tendenza è già chiaramente in atto. Vogliamo distruggere ogni possibilità di difendere il nostro territorio? Vogliamo privarci anche di questo diritto?

Territorio e ambiente, dal mio punto di vista, non si toccano. Ecco uno dei tanti motivi per cui #IoDicoNO e #IoVotoNO!

Evelyn Baleani, attivista M5S Cesano Maderno

“Trivelle in Italia” di Carlo Martelli Portavoce MoVimento 5 Stelle Senato

Quali sono i reali scenari futuri del petrolio e del metano in Italia? Cosa c’è da sapere in vista del ‪referendum‬ sulle trivellazioni del 17 Aprile?

Lo ha spiegato ieri sera a Cesano il nostro portavoce in Senato Carlo Martelli.

Ecco la sua presentazione, ricca di dati preziosi per INFORMARVI e INFORMARE.

Grazie a Carlo da parte di tutti gli attivisti e portavoce di Cesano Maderno per questo prezioso lavoro!