UOMINI CHE *IGNORANO* LE DONNE

Sabato 10 febbraio, nel pomeriggio, siamo stati testimoni di una brutta scena.

Con un gruppo di attivisti stavamo andando in visita alla stazione di Cesano Maderno quando, sull’ultima rampa di scale che portano al binario 1 della linea Milano – Asso, ci siamo trovati davanti ad una donna che correva terrorizzata verso la rampa di scale, chiedendo aiuto mentre cercava di scappare da degli uomini. Di fronte ad una donna che scappa piangendo attorniata da uomini, dei quali uno la tratteneva per un braccio, non siamo stati a chiederci chi fossero, ma l’abbiamo aiutata senza se e senza ma. La donna chiedeva insistentemente di tenere lontani gli uomini e di chiamare i carabinieri, quindi abbiamo prontamente chiamato il 112.

I Carabinieri sono prontamente intervenuti sul posto ed hanno eseguito i rilievi del caso.

Questo episodio ci ha fortemente scosso, nessuno si aspetta di dover affrontare una situazione simile mentre si reca in una stazione ferroviaria di sabato pomeriggio.

Cesano Maderno ha tanti problemi, tra i quali quello della sicurezza, molto sentito dai cittadini. Di fronte ad un problema, esistono solo due strade:

  1.  Analizzare le cause, progettare azioni e costruire soluzioni concrete e condivise.
  2. Fingere che tutto vada bene, sapendo benissimo che non è così. Ostinarsi a non vedere, né sentire i problemi; ignorare in maniera totale ogni minimo segnale.

Per noi del Movimento 5 Stelle i problemi si affrontano solo percorrendo la prima strada.
A Cesano Maderno, invece, si imbocca la seconda strada e si negano i problemi: questo significa essere lontani dalla realtà.

Condanniamo fermamente qualsiasi episodio di violenza, di intimidazione e di aggressione verso qualsiasi persona.

Condanniamo qualsiasi episodio di violenza in modo ancora più forte e deciso quando la vittima è una donna.

Ogni anno in Italia, più di cento donne vengono uccise da uomini, quasi sempre quelli che sostengono di amarle. È una vera e propria strage. Ai femminicidi si aggiungono anche le violenze quotidiane, difficili da conteggiare ma che, se non fermate in tempo, rischiano di fare altre vittime: sono migliaia le donne molestate, perseguitate, aggredite, picchiate, sfregiate. Sono quasi 7 milioni le donne che nel corso della propria vita hanno subito una forma di abuso (Fonte: dati ISTAT 2016 e ANSA).

Questi dati sono preoccupanti e dovrebbero scuotere le coscienze di tutti, al fine di cercare di prevenire e arginare il problema.

Avremmo voluto sentire o leggere dichiarazioni a sostegno della donna vittima dello spiacevole episodio, da parte del Sindaco e da parte di Assessori e Consiglieri che sono stati delegati a lavorare sul tema della violenza di genere.

O il loro silenzio è stato assordante oppure sono cosi lontani dalla realtà che nessuno è più in grado di sentire che cosa dicono.

MoVimento 5 Stelle Cesano Maderno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *